Ernest Hemingway

Non riesco a dire come ogni volta che metto le mie braccia intorno a te, io mi sento a casa.

Annunci

Lui

Seduta al bar in pausa pranzo all’improvviso me lo vedo arrivare davanti.

Giuro è stata una sorpresa bellissima.

Abbiamo mangiato insieme un trancio di pizza, camminato poi fino alle fine della pausa, ha aspettato poi per circa un’oretta che finissi di lavorare e infine mi ha riaccompagnato a casa.

Sono questi i gesti che apprezzo e mi fanno perdere la testa.

Lui

Gli ho scritto dobbiamo parlare. Sta ancora dormendo e io ho l’ansia. Di cosa dovremmo parlare? Del fatto che non mi sento la sua ragazza? Del fatto che non abbiamo neanche una foto insieme? Del fatto che io apprezzo i piccoli gesti e la dolcezza? Del fatto che sono terribilmente fragile e insicura e che ho bisogno di rassicurazioni? Del fatto che non usciamo quasi mai insieme, tranne quando viene da me, quando vado da lui passo la giornata a guardarlo dormire. Oddeo non mi da fastidio ma ogni tanto vorrei fare cose da coppia, postare foto stupide di noi insieme che sorridiamo etc.

Non so se riuscirò a dirglielo, ho paura di rovinare quel poco che abbiamo messo insieme di quel casino che siamo.