So già che non arriverò agli ‘anta perché morirò prima, perché la mia fottuta depressione e i miei demoni colpiranno più forte in un momento che abbasserò la guardia. So già come e dove finirà ma non so quando.

Mi chiedo cosa significhi vivere in questo mondo. Se bisogna seguire una schema preciso dalla nascita fino alla morte per non essere etichettati come “non idonei” nella società. 

Io sopravvivo facendomi trasportare dalla marea. Ritorno in vita poche volte ma il resto sopravvivo perché non ho altro. Non ho nulla se non pochi soldi da parte per quando non resisterò più a questo mondo. Non ho nessuno che verrà a cercarmi perché già adesso non ho nessuno che lo fa. Non ho legami, non ho famiglia, non ho un lavoro. Nulla. Ho solo i demoni nella mia testa che spaccano la mia anima e la mia mente a metà. Loro mi tengono compagnia facendomi impazzire in certi giorni. Mi basta una parola di troppo perché il mio fragile muro ceda e scoppi a piangere a dirotto. Sono strana, non mi sono mai considerata parte di questo mondo, non mi sono mai adatta alle regole e alle convenzioni sociali. Ci provo ma mi pare così assurdo come ragionamento. 

Mi pare assurdo tutto il mondo e le persone che lo seguono ma forse è solo colpa mia, come sempre. 

Mi fa male sapere che non vedrai mai le cose che condivido su di te per dirti quanto mi manchi. Fa male sapere che tu non sai quanto soffro e quante lacrime sto versando in questi giorni. Fa male leggere le nostre conversazioni, vedere le tue foto e sentire la tua voce. Fa male ascoltare in continuazione due canzoni e ricordarmi le serate passate insieme. Fa male sapere che quando ti rivedrò in quel locale soffrirò da morire nel vederti, nel vedere il tuo sorriso e i tuoi occhi che non saranno più per me. Fa male, un cazzo di male allucinante tanto che non riesco a respirare, a mangiare, a vivere. 

E sono ancora qua un’altra volta con il cuore stracciato, distrutto e calpestato ridotto ormai ad una poltiglia informe. Ogni volta provo ad aggiustarlo ma è inutile. Forse veramente mi innamoro con facilità ma ogni volta è sempre peggio e ogni volta che finisce così, con me in lacrime che rileggo le conversazioni e guardo le foto di lui, muoio dentro perché sono una dannata scema che da tutta se stessa per le persone e ogni volta finisce uno schifo, come sempre. 

Forse, anzi ormai ne sono convinta, non sono destinata ne alla felicità ne all’amore.